Salviamo Saint-Sauveur Le présent en friche, la friche au futur Appello alla mobilitazione generale

Cittadine, cittadini d’Europa, una mobilitazione vittoriosa può aprire altrove, in altre regioni e paesi, nuovi orizzonti di lotta! Sostenete la mobilitazione cittadina a Lille-Francia, Capitale Europea della Cultura 2004, per la conquista di un vasto spazio di natura nel cuore della città!

Le scelte di pianificazione per l’aria dismessa Saint-Sauveur saranno irreversibili, per Lille in particolare e per tutta la sua area metropolitana in generale. Su questo sito è prevista la costruzione di 300 000 m2 di edifici, con l’arrivo di 5000 nuovi residenti. È questo ciò che vogliamo davvero?

Che idea di città vogliamo per le generazioni future?

Che legami ci auguriamo di poter tessere tra quartieri, tra vicini, tra cittadini?

Che posto vogliamo dare agli spazi d’incontro, che non siano luoghi di consumo?

Che accoglienza vogliamo offrire ai viaggiatori, ai nomadi, ai visitatori, ai turisti?

Quali pratiche sociali e ambientali permetteranno alle generazioni future di avere un mondo abitabile da tutte e tutti?

 

Noi, firmatari di questo Appello, vogliamo apportare delle risposte concrete a queste domande, considerando che l’appropriazione cittadina dell’aria dismessa Saint Sauveur, vasta zona urbana abbandonata nel cuore della città, costituisce un formidabile terreno di ricerca e sperimentazione.

Saint-Sauveur è l’opportunità unica di un’oasi di pace nel cuore della città. Un luogo di passeggiate, di scambio di saperi, di sport, di cultura, di creazione… Un luogo ecologico, pacifico, con edifici a misura d’uomo, che integri una fattoria urbana. Un luogo intergenerazionale, di mescolanza. E perché no, un nuovo grande parco urbano dalle molteplici attività? Un polmone verde come nuovo polo di attrattività?

La MRES ha realizzato un rapporto critico sul progetto Gehl, un architetto di Lille è stato il primo a lanciare un’allerta, il collettivo Fête la Friche e l’associazione Labomob sono già riusciti a mobilitare numerose persone, un membro del Conseil de développement de la Métropole Européenne de Lille (MEL) ha analizzato la valutazione d’impatto commissionata dal MEL. A partire da questi elementi e dalle idee che verranno, vorremmo avere un peso politico e collettivo sull’opinione pubblica, sperando nella realizzazione di un progetto urbano veramente utile per il futuro.

Ci impegnamo a mettere insieme le nostre forze per ottenere dalle autorità pubbliche un’autorizzazione d’occupazione temporanea precedente alla riabilitazione del sito, per poter proporre dei progetti alternativi a quello imposto dalla Città.

Consideriamo la riabilitazione della zona Saint Sauveur come una questione dall’importante portata sociale, ecologica, energetica, politica e economica per la città, e c’impegneremo perché questo argomento sia al centro del dibattito pubblico che si aprirà con le elezioni municipali nel 2020.

Dichiariamo che è tempo di riconsiderare il modo di costruire il nostro futuro, i nostri stili di vita, per noi, per i nostri figli!

Invitiamo a prendere parte a questa dinamica tutti coloro che, cittadini o organizzazioni, si sentano coinvolti, costruiscano, mettano in pratica delle alternative o desiderino semplicemente dare il proprio apporto.

 

Lille-France,

il 10 novembre 2016

Signer

Condividi con amici e followers